Ora Esatta

histats

Contatore Visite


Visits today:70
Visits in this month:2039
Visits in this year:30980
Visits total:530416
Bots today:64
Date since:2010-05-11
Home Informatica Software Guida alla clonazione di un hard disk
Guida alla clonazione di un hard disk PDF Stampa E-mail

Oggi vorrei spiegarVi come clonare un hard disk, operazione che può risultare molto utile quando si deve cambiare il disco fisso. Dobbiamo premettere che clonare un hard disk significa copiare bit x bit ogni elemento del disco, spesso contenente il sistema operativo (windows Xp - Vista - Seven), senza necessità di reinstallare nulla: si prende il nuovo disco appena copiato si inserisce come disco di avvio dal boot del Bios ed il disco viene visto come se fosse quello vecchio. Si può utilizzare, ad esempio, per aumentare la dimensione dell'hard disk attuale, ormai pieno oppure per cambiare il disco quando si sta guastando (nel caso il disco fà strani rumori ovvero non riesce sempre a partire).

 

Per riuscire in modo abbastanza semplice nell'impresa il panorama software ci fornisce una miriade di opportunità, ma per eseprienza e documentazione personale mi piace selezionare:

 

Norton GHOST nei blog di rete non viene visto di buon occhio, a quanto pare provoca spesso problemi quando si deve far ripartire il disco nel boot (mai usato);

Acronis True Image 2009 è considerato fra i migliori software di clonanzione e backup, ebbene volendo utilizzare per la mia seconda clonazione uno strumento quanto più efficace l'ho provato per la II volta. Purtroppo devo sconfessare chi ne parla bene, infatti per quanto riguarda l'interfaccia grafica questa è molto efficace, ma mi è rimasta solo quella. Infatti mentre qualche anno fà sono riuscito a clonare un disco IDE da 60 GB su uno IDE da 40 GB (il primo si stava guastando) senza problemi, ieri non sono riuscito a clonare un disco IDE su uno SATA. Mi sono preparato come richiesto ed ho provato 3 volte a clonare il disco, una volta partendo dal windows (il programma spegne il PC e riparte in dos ed effettua la copia) e due volte partendo con il disco CD di boot (autopartente dal bios con installato un linux base che si può creare direttamente da Acronis), ma all'atto di fare partire il SO Windows Xp col disco clonato mi forniva "errore caricamento sistema operativo". Immaginate la mia delusione e sconforto, onestamente non ho provato a correggere l'installazione con i vari fdisk fixboot ed altro perchè il disco clonato deve essere identico a quello precedente ed il PC non se ne deve accorgere.

EASEUS Clone Disk e Partition Magic. Questi 2 sono dei veri software infallibili: preso il mio disco IDE da 37,5+2,5 GB (2 partizioni C e D) e creato il CD di CLONE DISK 2.3 ho fatto ripartire il PC col disco inserito (premettendo l'impostazione del Bios col boot da CD) ed impostando la partizione di origine C e di destinazione, in pochi minuti (30) la clonazione è avvenuta (con 9 errori di lettura). Staccato il vecchio disco IDE ed inserito il nuovo SATA come boot di avvio il sistema è partito al primo colpo. Con Partition Magic, direttamente da Win Xp, ho ridimensionato la partizione fatta con clone disk (che non Vi consente di aumentare le dimensioni del disco di destinazione) aumentandola da 40 a 500 GB.... Vi scrivo da questo PC.

Non perdete anche Voi il tempo che ho perso io appresso a questa operazione (i ritagli di tempo di 2 gg complessivamente) ed approfittate di quanto sperimentato.

 

Pubblicità

Link consigliati:
OGGETTI IN VENDITA KIJIJI
Se vi interessa contattatemi tramite ebay
OGGETTI IN VENDITA SUBITO
Se vi interessa contattatemi tramite subito
TORRISIGROUP
Professionale gestore siti Web
Il mio Profilo LinkedIn
Francesco Monteleone
questo è uno spazio pubblcitario a disposizione
Il sito Web dell'IISS Nautico Gioeni-Trabia
Creato per intero da Francesco Monteleone
Segnalasito
Segnalasito
Bottone Scambio Directory Pubblicitaonline.it



Ing. Monteleone Francesco P.IVA 06206570829