Ora Esatta

histats

statistiche gratuite

Contatore Visite


Visits today:79
Visits in this month:832
Visits in this year:44586
Visits total:544022
Bots today:51
Date since:2010-05-11

Risorse

Home
Francesco Monteleone ti dà il Benvenuto nel sito
Breve nota su Facebook PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 22 Dicembre 2015 23:50

Non potendo esprimere il mio raccapriccio sul noto social network, per paura di ferire i profondi sentimenti di coloro con cui condivido l'amicizia, mi trovo a manifestare tutto il mio disappunto su questa pagina di cultura tecnica.

Non capisco come si faccia a postare sui social sentimenti personalissimi quali il dolore per la perdita dei genitori (vada la partecipazione della dipartita di un congiunto, mezzo prezioso i social in questa civiltà), ovazioni in ricordo dei defunti (a meno di ristrettissime cerchie), lettere scritte a facebook come se si parlasse con un ultraterreno e rivolte ai propri cari. A volte tali manifestazioni, mi fanno capire come l'uomo ha sempre bisogno di parlare con qualcuno, magari fosse anche una macchina. Potreste dire: "come sta facendo anche Lei", ma lo faccio solo perchè non lo facciate pure voi, nonostante non vi conosco, se volete parlare con Dio andate in chiesa o in moschea non parlate con la rete internet.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Dicembre 2015 00:21
 
Lo scappamento a spirale va in pensione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 18 Febbraio 2015 12:10

Orologi tecnica: TAG Heuer Pendulum Concept

7 aprile 2010 estratto da orologidiclasse.com

A Basilea, alla fiera di Baselworld 2010, TAG Heuer presentava la novità del Pendulum Concept: il primo scappamento meccanico senza spirale.

Al reparto Research & Development si lavora molto sodo negli ultimi tempi: con il TAG Heuer Monaco V4 Concept Watch, la casa ha rivoluzionato il sistema di trasmissione sostituendo ai tradizionali pignoni e ingranaggi, un sistema di cinghie ispirato dal mondo dei motori. Vincitore a Basel nel 2004, il Monaco V4 è diventato una realtà commerciale alla fine del 2009, con il lancio di un’edizione limitata di 150 esemplari.

Christiaan Huygens nel 1675, creò l’organo di regolazione, base di ogni movimento meccanico orologiero, fondato sul movimento del bilanciere e la torsione della spirale. Quest’ultima è una striscia di metallo finemente arrotolata che fornisce la torsione necessaria per l’oscillazione del bilanciere e ne regola la sua frequenza. Nei secoli è stata costantemente migliorata nel funzionamento anche grazie all’uso di materiali che riducevano la sua sensibilità alle variazioni termiche.

Nel Pendulum Concept la spirale tradizionale è sostituita da una spirale invisibile generata da magneti. Il campo magnetico generato da 4 magneti assicura l’oscillazione del bilanciere. Il movimento costruito con questo rivoluzionario oscillatore è totalmente meccanico e non contiene nessuna componente elettronica. Alla TAG Heuer assicurano che il sistema genera un campo costante per decenni e, grazie a questa soluzione innovativa, fanno oscillare il proprio Calibro ad una frequenza di 6 Hz (43.200 alternanze/ora). “Pendulum” prende il nome proprio dalla creazione di Huygens.

Questa novità è stata inserita nel design del modello Grand Carrera con cassa in acciaio rivestita di titanio; la particolare apertura del quadrante permette di osservare la novità del Pendulum Concept.

 
La terra degli ignoranti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 11 Novembre 2014 19:17

E' proprio vero: l'Italia è "la terra degli ignoranti".

Senza nulla togliere al dolore dei familiari per le vittime del terremoto dell'Aquila, non sempre è possibile rivalersi sugli altri per fargli pagare economicamente e/o penalmente delle colpe non loro. Purtroppo i terremoti non si prevedono, pace, amen e così sia. Che se ne diano una ragione tutti, compreso i giudici, ritengo assolutamente vergognoso accusare degli scienziati perchè non hanno saputo prevedere il terremoto. C'era lo sciame sismico? Ve ne sono tanti in Italia, questo è un territorio a rischio, non si possono evacuare interi territori ogni volta. Solo gli ignoranti possono pretendere una previsione sismica.

 
Regolarizzare un impianto con la Di.Ri. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 31 Ottobre 2014 13:56

DOMANDA

Ch.mo Ing., sono un perito ind.le - elettronica e tlc - regolarmente iscritto presso il collegio dei periti di AV. Sono altresì laureando in ing. elettronica, avendo tra l'altro sostenuto gli esami di elettrotecnica e macchine elettriche e sistemi elettronici di potenza negli impianti elettrici. Aggiungo che sono in possesso di ATTESTATO di qualifica professionale di "Ispettore alle Verifiche Elettriche" per impianti di messa a terra, con conseguente abilitazione all’esercizio dell’attività, conseguito a seguito di specifico corso di formazione presso una società autorizzata dal Ministero delle Attività Produttive.

Orbene, un mio parente mi chiede cosa fare per mettersi in regola relativamente ad un impianto elettrico a servizio del suo negozio. Preciso che l'impianto in questione lo ha realizzato lui stesso. Le chiedo dunque quali adempimenti sarebbero necessari e se, date le mie competenze cui ho accennato, potrei occuparmene io stesso.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Novembre 2014 19:46
Leggi tutto...
 
Impianto elettrico o Macchina? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 13 Luglio 2014 08:19

DOMANDA :Buonasera! Facendo un giro in internet ho avuto modo di visitare il Vostro sito.

e approfittando della Vostra competenza sono a chiederLE di potermi aiutare circa una questione che vede implicato un mio cliente.

Faccio la doverosa premessa che non ho conoscenza alcuna in materia di elettrotecnica e che sto facendo le veci di un mio cliente elettricista, al quale è stata contestata dalla ditta appaltatrice, in merito ad alcuni lavori effettuati in passato, la mancata redazione di un progetto redatto da un professionista iscritto negli appositi albi ai sensi del DM 37/2008; il mio cliente sostiene che in merito ai lavori eseguiti (installazione im  quadro elettrico automazione degassatore ed essiccatoio pot contratt. non superiore a 6KW e pot. nominale 400V, corrente di corto circuito all'origine dell'impianto 4.5 KA), descrizione schematica dei lavori eseguiti ( quadro resina, tubazioni, cavi, passerelle, morsettiere) ed utilizzando materiali opportunamente marcati CE., sia sufficiente lo schema dell'impianto realizzato e l'elenco dei materiali rilasciato appunto con la Di.Co. firmato dal responsabile tecnico dell'impresa ( ovvero lui stesso) e non dal professionista abilitato come invece richiesto e preteso dalla ditta.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Luglio 2014 10:30
Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345Succ.Fine »

Pagina 3 di 5

Pubblicità

Link consigliati:
OGGETTI IN VENDITA KIJIJI
Se vi interessa contattatemi tramite ebay
OGGETTI IN VENDITA SUBITO
Se vi interessa contattatemi tramite subito
TORRISIGROUP
Professionale gestore siti Web
Il mio Profilo LinkedIn
Francesco Monteleone
Il sito Web dell'IISS Nautico Gioeni-Trabia
Creato per intero da Francesco Monteleone


Ultime notizie

I più letti

Biglietto da visita

biglietto visita no indirizzo.jpg

Ing. Monteleone Francesco P.IVA 06206570829